Black Death

29/01/2011

Christopher Smith si è affacciato gradualmente alla scena horror europea. Se il primo Creep non ha soddisfatto nessuno, dalla commedia splatter Severance ha cominciato a ritalgiarsi una certa fetta si aficionados e nel 2009, con Triangle, firma il suo lavoro più personale e riuscito. Black Death è sempre indipendente, ma con un budget decisamente superiore da gestire e ambizioni molto più alte.

Medioevo, peste nera, caccia alle streghe, tortura e un senso incombente di peccato e dannazione. Forse a minare il film sono proprio tutti i clichè storici e il già visto. Pagani contro cristiani, giovani monaci con una fede vacillante, dogmi e bugie qui riproposti senza variazioni, e un po’ meccanicamente; insomma, il Medioevo come siamo abituati a immaginarlo.

Almeno questo Smith lo sa, e con la sua regia sa sempre distrarre dai passaggi troppo facili e dalle imprecisioni. Alla fine la componente thriller, quella meglio costruita, prevale sul resto.

Una Risposta to “Black Death”


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: