I saw the Devil

04/03/2011

Kim Jee-Woon rappresenta la frangia più mainstream tra i più talentuosi cineasti della sua generazione. Eccetto il criptico ed estettizzante “Two Sisters” Jee-Woon ha sempre dimostrato una decisa e potente qualità stilistica che collima con una certa attitudine commerciale. “The Good, the bad and the Weird” conferma pienamente il suo statuto di inarrivabile perfezionista stilistico, che sa piegare queste qualità a un cinema per le masse.

“I saw the Devil” si pone anch’esso in quest’ottica, privilegiando, però, un pubblico avvezzo agli estremismi cinematografici che hanno reso famoso l’horror orientale. La paura e la violenza sono già richiamate dal titolo, il film -quasi un kolossal di due ore e mezza- costruisce su una solida e semplice trama un climax di efferatezze, e spettacolari omicidi. Pecca però nella ricerca delle motivazioni: la psicologie sono appena abbozzate e non si allontantano da “mi hai fatto un torto, quindi mi vendico”.

Peccato, perchè in questa prospettiva anche la forte lezione morale che voule impartire risulta banalizzata, talmente estrema da essere ridicola e inattuale. Di contro rimane un carosello di soluzioni visive allo stato d’arte, e una delle escalation di violenza più dure nella storia del cinema orientale.

Una Risposta to “I saw the Devil”


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: