Kill Me Please

09/05/2011

Alcune tematiche scottano. Il suicidio assistito sembra scottare di più.

Ci vuole coraggio per accostarsi a questi temi, e ancora di più per imbastire una commedia nera come la pece e feroce come un dramma di Molière.

Il dottor Krueger gestisce una clinica per il suicidio assistito. Qui malati terminali, maniaci ossessivi, depressi cronici possono trovare un placido trapasso in seno ad attente cure mediche. Un brindisi, champagne a base di barbiturici, in una stanza accogliente.

Ma l’ambiente si scalda. Quali possono essere le motivazioni di un aspirante suicida? Oltre alla pulsione di morte niente altro, una vena solo apparentemente surreale nasconde una visione cruda e drammatica dell’esistenza; senza la pulsione a vivere rimane, infatti, ciò che più contraddistingue l’uomo: malizia e ipocrisia. La tendenza a lamentarsi di tutto e tutti per non affrontare gli insuccessi personali, il ritiro in una dimensione solipsista, assenza di compassione ed empatia per il prossimo. Se la morte è vicina e agognata, perchè sprecarsi per gli altri? I degenti si parlano appena tra loro, per lo più sono lamentele e richieste verso il direttore della clinica. Nell’ultimo istante si svelano vizi e perversioni.

Un quadro veramente nero quello offerto da Barco; il bianco e nero asettico e privo di contrasti lasci spazio a morbide sfumature che ricordano il Bergman più intimista.

Tra le pellicole più memorabili del 2010, incredibilmente disponibile anche nella nostra lingua dopo aver sbancato al festival di Roma.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: