Rubber

03/06/2011

Un deserto di sedie e un uomo in giacca e cravatta che porta qualche decina di canocchiali. Attende una macchina dal cui baule esce un poco credibile sceriffo il quale, con un bicchiere d’acqua in mano, spiega quanto il cinema nasconda un sostrato di nonsense opportunamente occultato per l’uso e consumo di un pubblico che si aspetta  vicende credibili e spiegazioni.

Una dichiarazione d’intenti che non si esaurisce in un inizio brillante ma, finalmente, si svolge durante tutta la breve pellicola. Il pubblico è diegetico, provvisto di canocchiali, osserva la non-azione a debita distanta, succube dell’indolente produzione che lo ha posizionato lì.

“You can do this, but it’s against the rules”

“So can I or can’t I?”

Rubber, un pneumatico, si sveglia nel cuore del deserto e scopre di avere un potere: far esplodere la testa di qualsiasi essere vivente. A inseguirlo uno stuolo di finti poliziotti che loro malgrado (il pubblico sta guardando!) devono darsi da fare per risolvere l’assurda faccenda. Nemmeno tentare di avvelenare quest’audience sortisce l’effetto desiderato e la piaga costituita da Rubber diviene incontenibile. Una ragazza da cui il pneumatico è ossessionato sembra essere la chiave della vicenda; ma si sa, queste gomme sono così volubili…

Un senso, dunque, non c’è. E’ chiara però una netta presa di posizione nei confronti di quella tradizione tipicamente occidentale che vuole un cinema realistico, fatto di regole e consequenzialità. Tutti traguardi irraggiungibili da un medium la cui caratteristica più intrinseca è, appunto, la finzione.

Una Risposta to “Rubber”


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: