V/H/S

06/07/2013

L’horror a episodi, caro alla tradizione degli anni ’80, incontra il found footage. Il risultato è altalenante.

Interessante il frammento di Joe Swamberg che rinuncia a rappresentare la vicenda dal punto di vista di una telecamera. La narrazione avviene, quindi, attraverso conversazioni via skype. Nonostante questa limitazione espositiva il cortometraggio intrattiene e spaventa, grazie a un’ottima scrittura e all’ottima direzione degli unici due attori.

Plauso anche al collettivo registico radunato sotto il moniker di Radio Silence. Quando i VFX irrompono, in maniera totalmente inaspettata, nel footage più amatoriale e granuloso che ricordo, sanno regalare più di un momento di sorpresa.

Il resta o annoia, sconcerta o per lo meno non raggiunge il livello dei due momenti più ambiziosi e inventivi della pellicola.

vhs-una-scena-del-film-horror-253340

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: